SAMIA

Venerdì 22, sabato 23 novembre ore 20:30
Domenica 24 novembre ore 17

Produzione O.P.S. Officina per la Scena
SAMIA
Di Valentina Volpatto
Regia di Luca Busnengo
Con Valentina Volpatto

Samia Yusuf è una bambina ribelle, un maschiaccio, come la definisce sua madre.
Samia Yusuf è una ragazzina tenace, una piccola guerriera, come la definisce suo padre.
Samia Yusuf è una giovane sognatrice, un grande talento, come la definisce il suo migliore amico.
Samia Yusuf è una clandestina, un animale, come la chiamano i trafficanti di uomini.
Samia Yusuf è una ragazza che crede in un sogno e non si lascia sottomettere.
Ogni atleta impara a lottare: contro sé stesso, i propri demoni, i propri tempi, le proprie debolezze.
Samia combatte contro tutto questo, ma combatte anche contro guerra, sopraffazione, povertà, contro un paese in cui cresce sempre di più la cultura secondo cui lei, in quanto donna, non dovrebbe correre, non dovrebbe fare niente.
Samia non è un personaggio storico, non è una persona ancora in vita.
Le uniche testimonianze che si hanno di lei sono i filmati e le fotografie delle Olimpiadi.
La sua storia, raccontata di bocca in bocca, tramandata oralmente come un romanzo epico è la storia di  una ragazzina ribelle, magra come un chiodo, cresciuta a pane e acqua, senza allenatore, senza mezzi, vissuta sempre e solo in un paese in guerra, che ce la mette tutta per arrivare alle Olimpiadi.
La sua tenacia, la sua forza d’animo, i suoi valori sono un esempio per tutti noi occidentali, al punto che diventa un simbolo ai Giochi del 2008. Diventa un simbolo per noi, ma anche per tutte le donne musulmane.
Al suo ritorno a casa si ritrova sola e abbandonata dal mondo che l’aveva osannata e tradita anche dal proprio mondo.
La desolazione e la delusione la spingono a prendere la decisione di intraprendere Il Viaggio.
Questo spettacolo è nato dal desiderio di raccontare una storia attuale, realmente vissuta per 21 anni da Samia Yussuf Omar, ma vissuta anche da tantissime altre donne, una storia di cui siamo venuti a conoscenza tramite il libro “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella.

 

Per info e prenotazioni 348 9774959
Contributo del biglietto 13 euro + 2 euro di tessera
È consigliata la prenotazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *